Semi di lino

con 216 commenti

Semi di linoIl seme di lino è un cibo e una fibra coltivato nelle regioni fredde del mondo. Le prime prove dell’utilizzo di fibre di lino selvatiche risale ad almeno 30.000 anni fa nella Repubblica della Georgia.

 

I semi esistono in due varianti: marroni e gialli o dorati (conosciuti anche con il nome proprio di “semi di lino dorati”). La maggior parte delle tipologie possiedono caratteristiche nutrizionali simili e un ugual quantità di acidi grassi omega-3.

Dai semi di lino si ottiene un olio vegetale: l’olio ai semi di lino, che è uno dei più antichi oli presenti sul commercio. E’ un olio commestibile che si produce tramite l’uso di macchine a pressatura, a volte seguito da processi di estrazioni a solvente.

 

La farina ai semi di lino è fatta, sostanzialmente, da semi di lino macinati, utilizzata per prodotti da forno.

 

100 grammi di semi di lino macinati forniscono 534 calorie, 41 grammi di grassi, 28 grammi di fibre e 20 grammi di proteine. Contengono un alto livello di proteine, fibre e minerali dietetici e alcuni tipi di vitamina B. In particolare, sono ricchi di tiamina, magnesio e fosforo.

Come percentuale totale di grassi, i semi di lino contengono un 54% di acidi grassi omega 3, un 18% di acidi grassi omega-9 e un 6% di acidi grassi omega-6; i semi contengono inoltre un 9% di grassi saturi.

 

I semi di lino sono una buona fonte di fibre senza glutine, quindi sono perfetti per i celiaci o per coloro che soffrono di intolleranza al glutine. Favoriscono il movimento intestinale tramite l’incremento di acqua e del volume delle fibre nelle feci.

 

I semi, in modo particolare se macinati, sono una fonte vegetariana di acidi grassi essenziali di Omega 3 (ALA). I nostri corpi non producono ALA, perciò è fondamentale ricavarli da una dieta. Questi acidi grassi essenziali hanno proprietà anti-infiammatorie, che beneficiano alla salute migliorando un gran numero di malattie croniche come i problemi cardiaci, o il diabete. Sono inoltre importanti per avere un cervello, un cuore, giunture e un sistema immunitario sani.

 

Benefici per la salute dei semi di lino:

  • I semi sono ricchi di fibre, ma hanno un basso contenuto di carboidrati, perciò possono supportare la disintossicazione del colon, la perdita di grasso e ridurre la voglia di zuccheri.
  • Sono ricchi di grassi e fibre sani, che aiutano a prolungare la sensazione di sazietà, così da portare ad introdurre meno calorie. Ciò potrebbe favorire la perdita di peso.
  • Il giornale di Nutrizione e Metabolismo ha scoperto che aggiungendo semi di lino alla dieta si possono ridurre i livelli di colesterolo in maniera naturale.
  • Possono essere un buon sostituto per gli acidi grassi omega-3 del pesce per coloro che sono allergici al pesce di mare, o per i vegetariani/vegani.
  • Probabilmente il maggior beneficio deriva dalla promozione della salute dell’apparato digerente. E’ stato provato che i semi di lino portano benefici a coloro che soffrono del morbo di Crohn o di altre malattie all’apparato digerente, poichè riducono le infiammazioni intestinali.
  • Uno studio pubblicato sul Giornale di ricerca clinica sul cancro ha dichiarato che la consumazione di semi di lino potrebbe ridurre il rischio di cancro al seno.

 

In cucina:

  • Aggiungeteli a qualsiasi cosa! Zuppe, sandwich, insalate, cereali o yogurt, giusto per dargli un gusto aggiuntivo!
  • Usateli per cuocere al forno. Sostituite farina di semi di lino a una parte della farina per ricette di pane, muffin, bagel, pancake e waffle.
  • Se aggiungete a cereali cotti o piatti a base di cereali, fatelo al termine della cottura, poichè diventano pronti molto alla svelta.
  • Aggiungete farina di semi di lino alla vostra spremuta/frappè mattutini in modo da aumentarne il valore nutrizionale.
  • Per aggiungere alla verdure cotte un sapore di noci, spargetegli sopra farina di semi di lino.
  • Possono essere anche usati come sostituti delle uova nei prodotti da forno per coloro che sono allergici all’uovo.
  • Aggiungete un cucchiaino da caffè alla mostarda o maionese, alla salsa di pomodoro o allo stufato.
  • Possono anche essere aggiunti alle polpette di carne o al polpettone.

 

Fonti:

https://en.wikipedia.org/wiki/Flax
http://theinternetdietitian.com/the-benefits-of-linseed/
http://www.theguardian.com/lifeandstyle/2007/mar/06/healthandwellbeing.health1
http://draxe.com/10-flax-seed-benefits-nutrition-facts/
http://www.webmd.com/diet/benefits-of-flaxseed?page=4
http://www.whfoods.com/genpage.php?tname=foodspice&dbid=81
http://foodrevolution.org/blog/health-benefits-flaxseed/
http://www.bodyandsoul.com.au/nutrition/nutrition+tips/the+benefits+of+flaxseeds,6787
http://www.everydayhealth.com/diet-nutrition/tiny-flaxseed-has-big-benefits.aspx

 

 

 

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese